Ultimi Articoli Inseriti:

Mescoliamo le Carte: Questa è un'azione diretta, che si ottiene sovrapponendo le carte continuamente e in modo casuale, in maniera decisa e veloce. L'operazione va eseguita per sette volte consecutive... continua..

Il gioco: E' un sistema utile e serve ad individuare la maggior posizione passata, presente e futura della situazione analizzata. Gli schemi dei giochi esistenti sono diversi e ogni... continua..

Interpretazione: È l'operazione finale, la più attesa, il motivo che ha indotto il consultante a presentarsi di fronte a voi. II responso va comunicato solo dopo essere totalmente sicuri e avere analizzato... continua..

Significato di diverse combinazioni di carte: Il ritorno della persona amata è dato da una combinazione di carte che è Bagatto, innamorato, sole. Oppure Bagatto, giudizio, sole. Oppure bagatto... continua..

Il mazzo, il cartomante e il consultante: Perché il mazzo si possa considerare veramente proprio sotto ogni punto di vista, occorre liberarlo dagli influssi... continua..

 
CONSULTI DI CARTOMANZIA - COSA DOBBIAMO ASPETTARCI?
L’Arte di imparare a fare consulti di Cartomanzia, richiede molto tempo, preparazione professionale, e molta applicazione, per cui è inutile sperare di ottenere risultati in pochi giorni basandoci esclusivamente sui significati descritti in un libro, ma occorre esperienza ed esercizio per sapere cogliere i messaggi e le interpretazioni che vanno oltre il semplice significato descritto, degli Arcani.
Nessuno è in grado di affrontare un consulto di Cartomanzia, con poca esperienza alle spalle.
La sicurezza professionale si acquisisce esercitandosi costantemente , familiarizzando quotidianamente con le carte e cercando di approfondire in maniera più dettagliata le tecniche per la lettura delle carte.
Ogni professionista , all’inizio ha attraversato momenti difficili caratterizzati da errori e incertezze , dalla mancanza di fiducia in se stessi o nello strumento di lavoro .
Chi svolge questa professione deve possedere e sviluppare anche doti di sensibilità, pazienza, onestà e deve capire a fondo le diverse sfumature delle situazioni , e sapere mantenere discrezione e rispetto verso il consultante senza mai metterlo in imbarazzo in qualsiasi maniera e di fronte a qualsiasi richiesta.
Il buon Cartomante , deve conoscere approfonditamente le situazioni relative all’ambito lavorativo, amare il prossimo e soprattutto evitare false illusioni su fatti irrealizzabili ,o inventare pronostici fasulli che possono intervenire nella vita del consultante.
Il responso , sia in positivo, sia in negativo, và comunque riferito, sempre attraverso il tatto e la sensibilità che devono caratterizzare un bravo professionista soppesando a dovere le parole e i consigli che possono alleviare le sofferenze e i problemi del nostro interlocutore.
Inoltre non bisogna mai aggiungere particolari negativi , (Anche se nella stesa di carte li percepiamo) , relativi a situazioni che esulano dalla richiesta del consultante, senza che vengano precisamente ed espressamente richiesti dal consultante . In questo caso ritengo non sia necessario esprimerli all’interlocutore, per non andare ad aggravare ulteriormente la sua situazione emotiva e psicologica.
Durante il consulto, è comunque necessario mantenere un certo distacco professionale ed emotico dal consultante , limitandosi ad instradarlo sulla via più corretta , senza invadere la sua privacy decisionale, in quanto la risoluzione del problema spetta esclusivamente a lui . Il nostro intervento serve solo a fare luce sulla situazione affinché possano essere prese le decisioni migliori ; non bisogna farsi influenzare dal consultante o dalle sue aspettative, il responso và trasmesso esaminando esclusivamente le carte presenti e il loro significato.
In genere , le “CARTE NON SBAGLIANO MAI”, per cui il cartomante deve essere in grado di fornire una lettura corretta , riuscendo ad interpretare ogni segnale da esse inviato. E’ il cartomante che può sbagliare la lettura interpretativa del responso .
Per cui si consiglia sempre di avere un cartomante di fiducia , attraverso il quale possiamo verificare la sua professionalità e bravura.
Farsi fare le carte più volte da più cartomanti , potrebbe risultare dispersivo , e creare confusione nel soggetto, in quanto ognuno sviluppa un suo modo personale di interpretare le carte, e una sua personale capacità di esprimere le interpretazioni . Ritengo particolarmente dannosa , a livello psicologico , la totale dipendenza dal consulto di cartomanzia , e l’insistere più di una volta al giorno , nel farsi fare le carte, magari sullo stesso argomento. Il bravo cartomante deve anche sapere limitare le persone all’utilizzo della cartomanzia, come mezzo di aiuto chiarificatore sulle situazioni, e non come mezzo di totale dipendenza da essa. Ciò potrebbe divenire molto negativo per la stabilità emotiva del consultante e per la professionalità del cartomante. Qualche volta , occorre anche sapere rifiutare tali consulti, per evitare situazioni ossessive , che nuocciono anche alla professionalità e alla deontologia del cartomante.
La Cartomanzia può essere un mezzo davvero straordinario di comprensione , chiarezza , aiuto in situazioni che spesso la vita ci pone come macigni insormontabili , inoltre si crea la possibilità di costruire rapporti di fiducia, amicizia, e collaborazione reciproca tra consultante e cartomante , che permette anche una crescita professionale e una continua esperienza di confronto .
La Cartomanzia è un’arte particolare , seria, e importante da praticare con passione e totale impegno da parte del cartomante. Egli deve sempre agire con tatto , umanità , prudenza e serietà , onestà ; solo in questo modo è possibile costruire veramente una professione al servizio del prossimo.

Grafica e contenuti di Tarocchi.it sono proprietà di Web Vision Srl - BS - P.IVA e C.F: 03536400983 - Vietata la riproduzione - Copyright © 2015